Assisted Hatching

ASSISTED HATCHING – Napoli

Assisted Hatching

Assisted Hatching


Che cos’è?

L’ embrione,  nei suoi  primi stadi di sviluppo, é circondato da un rivestimento esterno chiamato zona pellucida. Durante le fasi dell’impianto tale rivestimento si apre, permettendo la fuoriuscita dell’embrione ed il suo attecchimento. Questo processo é chiamato “hatching”.
Nel laboratorio di fecondazione assistita, l’Assisted Hatching (cova assistita) è una tecnica di micromanipolazione. La procedura consiste nell’assottigliare o praticare una piccola apertura nella zona pellucida, lo strato protettivo che circonda l’embrione,  in modo da favorire l’annidamento dell’embrione e quindi la gravidanza. Questa tecnica, disponibile presso il nostro Centro di III livello di Napoli,  si è rivelata utile per migliorare il successo di impianto degli embrioni.

Per quale tipologia di pazienti è indicata?

  • donne di età superiore a 38 anni, che impiegano propri ovociti per tecniche di fecondazione assistita (FIVET-ICSI-IMSI)
  • donne i cui embrioni presentano una zona pellucida spessa
  • donne che si sottopongono ad un transfer di embrioni scongelati o derivati da ovociti scongelati
  • donne che presentano fallimenti ricorrenti dell’impianto degli embrioni (tre o più transfer di embrioni senza gravidanza)
  • donne con elevati livelli di ormone follicolostimolante (FSH)

In cosa consiste?

La tecnica di Assisted Hatching viene effettuata sugli embrioni ottenuti mediante tecnica di fecondazione assistita, prima del loro trasferimento in utero. Si può praticare sia sugli embrioni allo stadio di cleavage sia sugli embrioni allo stadio di blastocisti. Una volta effettuato l’Assisted Hatching, gli embrioni “trattati” vengono trasferiti nella cavità uterina, come da prassi.

Esistono attualmente diverse metodiche per effettuare l’Assisted Hatching. Una delle prime metodiche utilizzate è stata quella con soluzione acida, tale tecnica è stata poi abbandonata poiché, non consentendo un controllo fine del grado ed estensione dell’erosione della zona pellucida, non è stata ritenuta perfettamente riproducibile. Un’altra tecnica consiste nell’eseguire un taglio nella zona attraverso particolari microstrumenti, anche questa modalità solitamente non è applicata, poiché poco pratica.

Il sistema praticato nel nostro laboratorio di fecondazione assistita, presso il centro di III livello di Napoli, è quello attualmente più in uso ed è  basato sulla tecnologia laser. I vantaggi con tale tecnica sono notevoli poiché l’area di azione e potenza del laser possono essere regolati; in tal modo, lo spessore di una piccola parte della zona pellucida può essere ridotto, senza alcun rischio per l’embrione.

In letteratura, diverse metanalisi suggeriscono che l’Hatching assistito può generare un significativo aumento delle percentuali di attecchimento embrionario, con conseguente gravidanza.

COME POSSO PRENOTARE UN APPUNTAMENTO ?

Contattaci nei seguenti modi:

1) Compila il form a destra nell’area “Chiedi all’esperto
2) Contatta il nostro call center utilizzando i numeri elencati nella pagina contatti
3) Inviaci un’email a info@clinicahera.it