Crioconservazione liquido seminale

" > "
 

Che cos’è? 

La crioconservazione del liquido seminale è un processo standardizzato che consente di preservare la vitalità degli spermatozoi per lunghi periodi.  

In cosa consiste?

Al paziente viene richiesto di eseguire una raccolta di liquido seminale all’interno di un contenitore sterile, rispettando le normali procedure previste per l’esecuzione di uno spermiogramma ed eseguendo preventivamente specifici esami infettivologici.

Giunto in laboratorio, il liquido seminale viene analizzato, per la valutazione dei parametri macroscopici e microscopici, e processato in base ai valori riscontrati. Dopo il trattamento, si procede alla crioconservazione miscelando il campione con un terreno contenente specifici crioprotettori e caricando questa soluzione all’interno di specifici dispositivi di supporto, tubi o paillettes, opportunamente identificati in maniera univoca. Si procede con una graduale incubazione del campione fino ad arrivare alla temperatura dell’azoto liquido (-196°C), nel quale poi saranno stoccati e conservati.

In caso di crioconservazione di spermatozoi provenienti da prelievo chirurgico (MESA, TESE e microTESE) invece, il campione recuperato viene inizialmente risospeso in un adeguato volume di terreno di coltura tamponato e centrifugato, rimuovendo il più possibile eventuali tracce ematiche per poi procedere con le normali fasi del protocollo di crioconservazione.

Per quale tipologia di pazienti è indicata?

Le categorie di pazienti a cui può essere indicata la crioconservazione di liquido seminale sono diverse e possono comprendere:

  • Pazienti oncologici (prima di sottoporsi a qualsiasi forma di trattamento chemio/radio-terapico). 
  • Pazienti con azoospermia intermittente
  • Pazienti criptozoospermici o con oligoastenoteratozoospermia severa
  • Pazienti che devono accedere a tecniche di fecondazione assistita di II livello (FIVET, ICSI, IMSI, PICSI)  ma che presentano ostacoli di natura psicologica alla raccolta
  • Pazienti che intendono donare i loro gameti per le tecniche di fecondazione assistita eterologa
  • Pazienti che decidono volontariamente di crioconservare il proprio liquido seminale a scopo preventivo

Quali sono le percentuali di successo?

La crioconservazione di liquido seminale è una tecnica che comprende procedure validate e standardizzate. Gli spermatozoi sono in generale resistenti ai protocolli di crioconservazione, ma è noto che allo scongelamento si possa perdere una percentuale variabile della motilità iniziale.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi