Test di capacitazione

Test di capacitazione

" > "
 

Il Test di Capacitazione è un test che si esegue su un campione di liquido seminale, associato tendenzialmente ad uno spermiogramma e/o ad un test di frammentazione del DNA spermatico, e viene proposto in previsione di un trattamento di fecondazione assistita (IUI, FIVET, ICSI, IMSI, PICSI). È un indicatore fondamentale del potenziale fertilizzante maschile e va quindi interpretato come indagine diagnostica preliminare per poter individuare la tecnica di PMA più idonea, tenendo ben presente le condizioni di entrambi i partner. Richiede 3/4 giorni di astinenza e consente di selezionare gli spermatozoi “migliori”, ovvero quelli con un maggiore potere fecondante, separandoli da spermatozoi non vitali, detriti e cellule non nemaspermiche e mimando in vitro ciò che accade durante il passaggio attraverso le vie genitali femminili.

Si tratta di un processo in cui viene separato il plasma seminale (parte liquida) dai nemaspermi (parte cellulare). Questa separazione può essere effettuata utilizzando sostanzialmente due approcci:

  • lo swim-up, che sfrutta la migrazione ascendente degli spermatozoi in base alla loro motilità
  • separazione su gradiente di densità, che consente la stratificazione degli spermatozoi in base a morfologia e motilità

È un processo di selezione ma soprattutto di “attivazione” degli spermatozoi con conseguente incremento del loro potere fecondante. 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi